Il biomattone italiano vince a Marrakech

Il primo premio del Green Building Construction Award 2016 è andato al progetto italiano Case di Luce, che utilizza il biomattone in canapa e calce per la rigenerazione urbana sostenibile.

La COP22 -Conferenza mondiale delle Nazioni Unite sul clima che si è conclusa da poco a Marrakech, ha visto l’Italia protagonista del Green Building Construction Award. Il massimo riconoscimento per la categoria Energy and Hot Climates è infatti andato al progetto di un edificio realizzato con l’utilizzo di un innovativo biomattone di canapa e cemento ideato dallo studio pugliese Pedone.

Proclamato vincitore davanti a centinaia di imprese, ONG, associazioni di scienziati, enti locali, popolazioni autoctone e sindacati, il progetto si chiama Case di Luce ed è nato in Puglia, dove un prototipo delle nuove abitazioni ecosostenibili e a zero emissioni è già stato realizzato.

case-di-luce_il-complesso-costruito-in-biomattone

Il complesso residenziale si trova infatti a Bisceglie, dove è stato effettuato un intervento di bonifica ambientale e ricostruzione di un edificio in dismissione per evitare il consumo di territorio.

Protagonista dell’innovativo sistema costruttivo è un nuovo materiale, ottenuto dalla miscelazione di canapa e calce, impiegate sia per l’involucro che per i mattoni.

il-biomattone-italiano-vince

L’edificio è stato realizzato secondo il criterio di alta efficienza energetica ‘Zero Energy’, raggiungendo cioè parametri eccezionali in termini di:

  • basso consumo energetico
  • alto assorbimento di C02
  • impiego di componenti edilizie a KM Zero
  • benessere termo-acustico
  • tecniche costruttive efficaci

L’utilizzo della canapa industriale è oggi al centro di molte innovazioni nell’ambito della bioedilizia. Questa pianta infatti, riscoperta di recente anche in Italia per i suoi numerosi impieghi, ha uno stelo molto legnoso che mischiato alla calce permette di ottenere un mattone leggero ma allo stesso tempo rigido e resistente.

Case di Luce rappresenta il più grande edificio in Europa costruito in Biomattone® di canapa e calce ed è tra i primi in Italia a rispettare gli obiettivi Europei della direttiva 2020.

Virginia Marchione